Cara Greta, ti odio…

Mi spiace, cara Greta Thunberg, ma ti odio dal profondo del mio cuore. No, no, non perché io sia un negazionista del problema climatico, quello no - anzi sono davvero contento che tu stia risvegliando la coscienza di noi primati in materia ecologista - ma ti odio perché per colpa tua adesso mi mandano i... Continue Reading →

Over & Over by Clover

Cosa c'entrano il Britpop, il Power Pop americano e l'Australia? Apparentemente niente se non per il fatto che i Clover hanno pubblicato, lo scorso novembre 2020, questo Over & Over che unisce tutti i puntini tracciati sul planetario. Sono passati venticinque anni da quando i The Clover pubblicò l'EP di debutto, padre fondatore di questo... Continue Reading →

Maine Road: Sogni e Follie negli Anni 90

Prima domanda: è un libro paraculo? Risposta: Sì e non me ne vogliano gli amici Giorgio Di Berardino e Alessio Cacciatore. Ma attenzione, questa particolare condizione non è un reato ma un dogma. Già, perché dietro le storie dei quattro ragazzi che sognano di andarsene dalla periferia proletaria di Londra, ci sono le storie di... Continue Reading →

Dirty Words by The Departure

Correva l'anno 2003 quando David Jones decise di "mettere su" una band con l'amico Sam Harvey. Il primo abbozzo di quello che poi diventeranno i The Departure vide la luce in quel di Northampton, città del Northamptonshire, quando i due amici reclutarono Ben Winton (basso), Lee Irons (chitarra) e Andy Hobson (batteria). Affascinati dal post-punk,... Continue Reading →

23 by Blonde Redhead

Le linee oscure stanno salendo e sono in procinto di far crollare anche l’ultima linea forte e chiara, corrodendola con la loro azione. L ‘ignobile, oscuro, combatte il nobile, forte, non direttamente, bensì vuotandolo internamente con la sua impercettibile azione, così che infine crolla. Il segno rappresenta l’immagine di una casa. La linea superiore è... Continue Reading →

Bright Green Field by Squid

Il sospirato debutto dell'eclettica band di Brighton è un fantastico viaggio attraverso l'indie-rock, il krautrock, il jazz, il funk, il dub e quella buona dose di punk che non guasta mai. Gli Squid con questo album ci proiettano nel futuro (neanche troppo futuro direi) dove la distopia è elemento "di governo". Non a caso si... Continue Reading →

Cinque motivi per cui gli anni ’90 fanno sKifo

Cinque motivi validi per cui odiare il "decennio inutile": 5. Nirvana, Pearl Jam e company I pallosissimi attori della scena di Seattle hanno francamente rotto i coglioni con il loro pessimismo cosmico, con le loro camice a scacchi da boscaiolo dello Stato di Washington e con i loro stage diving. è dal giorno della morte... Continue Reading →

At George’s Zoo by Cool Ghouls

Il grande ritorno della band di San Francisco si materializza in questo album composto da 15 tracce dal sapore retrò ma dal sound moderno. No, niente garage rock midollare, questa volta i Cool Ghouls danno spazio alla sperimentazione su più livelli. L'album si apre con "It's Over", singolo che riporta alla mente l'armonia dei The... Continue Reading →

Il Capo…

Chi non odia il suo capo alzi la mano? Chi non odia quel suo modo di farti notare le cose che non vanno e di soprassedere a quelle che invece funzionano. Nessuno? Immaginavo. Già è una tragedia il lavoro di per sé stesso, figuriamoci se ci si va con la stessa voglia dei condannati a... Continue Reading →

“27” by The Jet Reds

Torna Discover e tornano i The Jet Reds. I quattro amici di Newcastle infatti hanno appena pubblicato un nuovo singolo intitolato "27" disponibile sulle principali piattaforme streaming. Craig Redpath, Marty Bruce, Dan Richards e Deano Ramsey spingono ancora una volta sull'acceleratore della tradizione del rock britannico con tutte le sue derivazioni regalandoci un'altra grande canzone.... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: