The Selecter – Live @ Legend Club (MI)

Titolo esatto: “Storia di una serata perfetta”

Il sabato sera del Legend Club si è tinto di giallo, verde e nero mentre una folla di appassionati, giunta da ogni parte d’Italia, in rigoroso British Style ha assiepato – letteralmente – la platea del locale milanese.

Con questi presupposti, alle ore 21:00 è iniziato il DJ set – o “Selector” se preferite usare il gergo ska – condotto abilmente dalla bravissima Rhoda Dakar, già membro dei Bodysnatchers e dei The Specials AKA, che per circa tre quarti d’ora ha sparato in aria i migliori successi Rocksteady, Reggae e Northern Soul. Giusto il tempo di salutare la folla, ringraziare in un perfetto italiano e ricordare a tutti che il gruppo che sta per salire sul palco è da 40 anni che va in giro per il mondo a divulgare il credo.

Luci spente, applauso di rito ed ecco che la coppia Pauline BlackArthur ‘Gaps’ Hendrickson fa il suo ingresso in scena. Sono loro la storia dei The Selecter, band nata a Londra nel lontano 1979 da una costola dei The Specials. Il duo Black/Hendrickson saluta il pubblico con la sigla The Avengers (da noi Agente Speciale), il popolare telefilm degli anni ’60 che narrava le avventure dell’agente speciale John Steed e della sua collaboratrice Emma Peel.

Il ritmo si è già impossessato di tutti i presenti quando partono le note del più grande successo della band “Three Minute Hero” tratto dall’album d’esordio Too Much Pressure del 1980. Pauline dimostra di aver ancora una voce da urlo così come quella di Gaps; i due, forti della loro amicizia, tengono il palco senza timore e senza tentennamenti. Come quando lei si lascia andare a qualche commento sull’attuale situazione dell’Inghilterra, ribadendo che non esiste Europa senza il Regno Unito e non esiste Regno Unito senza Europa. No Brexit e via con la musica.

L’equilibro perfetto sul palco si rispecchia anche nella scelta della scaletta che miscela successi del passato che tutti conoscono, principalmente presi dagli storici album Celebrate the Bullet e Missing Girl, a canzoni più recenti. Il ritmo è forsennato e tra il pubblico non c’è neanche il tempo di respirare tra una canzone e l’altra. Il concerto fila via liscio come l’olio e nel finale riserva una sorpresa al pubblico milanese; Rhoda Dakar, sale sul palco per cantare due canzoni, “Let’s Do Rock Steady” e “Ruder Then You” dei tempi in cui era la cantante dei Bodysnatchers, prima del gran finale dedicato a “Too Much Pressure”.

In realtà, il finale vero e proprio è un doppio omaggio al genere ska. Uno al compianto Ranking Roger cantante dei The Beat, morto prematuramente nel 2019 per un male incurabile. I The Selecter decidono di ricordarlo con una bellissima cover di “Can’t Get Used to Losing You”. Il secondo omaggio – primo in ordine di scaletta – è andato ad un altro grande del genere Prince Buster autore della storica hit “Madness”.

Poi la serata è volta al termine e la band si è prestata alle fotografie con il pubblico e alla firma degli autografi. Già prima dell’inizio dello show la band londinese aveva dato sentore di essere molto a suo agio in quel del Legend Club, infatti presso al banchetto del merchandising, Pauline ha interagito con il pubblico regalando foto e sorrisi a chiunque lo chiedesse.

Una bellissima – e divertentissima – serata che potremmo definire perfetta sotto ogni aspetto.

Setlist:

  1. The Avengers Theme (Laurie Johnson Orchestra cover)
  2. Three Minute Hero
  3. Out on the Streets
  4. Time Hard (Everyday) (George Dekker cover)
  5. Frontline
  6. Breakdown
  7. Celebrate the Bullet
  8. Murder
  9. Danger
  10. (Who Likes) Facing Situations
  11. Missing Words
  12. Remember Me
  13. The Whisper
  14. See Them A Come
  15. Train to Skaville (The Ethiopians cover)
  16. James Bond Theme (Monty Norman cover)
  17. Carry Go Bring Come
  18. On My Radio
  19. Let’s Do Rock Steady (The Bodysnatchers cover)(with Rhoda Dakar)
  20. Ruder Then You (with Rhoda Dakar)
  21. Too Much Pressure / Pressure Drop (with Rhoda Dakar)
  22. Madness ( Prince Buster cover )
  23. Can’t Get Used to Losing you ( The Beat cover )
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: