Maine Road: Sogni e Follie negli Anni 90

Prima domanda: è un libro paraculo? Risposta: Sì e non me ne vogliano gli amici Giorgio Di Berardino e Alessio Cacciatore.

Ma attenzione, questa particolare condizione non è un reato ma un dogma. Già, perché dietro le storie dei quattro ragazzi che sognano di andarsene dalla periferia proletaria di Londra, ci sono le storie di centinaia di migliaia di nineties come me che si sono identificati nel libro e nei suoi contenuti.

Quindi, cari Giorgio e Alessio, avete fatto bene a scrivere un libro paraculo, avete fatto bene a condurre i ragazzi (e tutti noi di conseguenza) nel “viaggio”. Le due serate del Maine Road, al di là di tutto, sono state davvero l’emblema di una generazione nata e cresciuta nella convinzione – o nella presupponenza – di essere stata, forse, l’ultima ad aver cambiato il mondo. Il viaggio contro il tempo dei ragazzi del libro per arrivare “là” rappresenta in maniera perfetta quello che ho detto tra disavventure, incertezze, desideri e soprattutto sentimenti; quelli veri, quelli puri.

Leggendo il libro sembra davvero di cucirsi addosso una seconda pelle; una sorta di armatura che ti accompagnerà per tutta la vita. “Maine Road: Sogni e Follie negli Anni 90” è un libro GENERAZIONALE e quindi è giusto che sia paraculo, con buona pace di chi si ostina ancora a dire che quello fu un decennio “inutile”.

Non ho voluto scrivere una recensione sul lavoro di Giorgio e Alessio perché non sarei stato obbiettivo. Ho preferito puntare sul sentimento, sul ricordo, sulla nostalgia di cosa è stato e cosa mai sarà più.

Chiudo dicendo che forse anche il mio post è paraculo e quindi non piacerà a tutti ma non posso farci nulla: la mia seconda pelle ormai è cucita addosso e buona parte della “colpa” è anche di questo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: