La sbronza…

C'è un rito di iniziazione a cui tutti devono sottoporsi. Di solito si consuma in età adolescenziale e segna il passaggio dal "vorrei" al "sono". Quel rito è la prima sbronza. La prima sbronza è il primo segnale forte di ribellione; quello che arriva appena dopo la prima "tagliata" a scuola e anticipa il passaggio... Continue Reading →

Storie di grandi canzoni: Gas Panic! Oasis

Ho sempre ritenuto "Gas Panic!" una delle canzoni più belle e più significative mai scritte da Noel Gallagher. Sebbene non sia stata scelta come singolo di lancio di Standing On The Shoulder Of Giants, album che rappresenta il cambiamento per gli Oasis, la canzone parla proprio di questo: di un cambiamento. Noel la scrisse dopo... Continue Reading →

Ma se Heathen Chemistry fosse l’album migliore degli Oasis?

Il 1° Luglio 2002 usciva Heathen Chemistry, cioè il quinto album degli Oasis, introdotto dall'uscita dei singoli "The Hindu Times" e "Stop Crying Your Heart Out", due canzoni che lasciavano presagire che il nuovo album fosse un prodotto d'eccellenza, una sorta di ritorno alle origini dopo la "deviazione sperimentale" di Standing On The Shoulder of... Continue Reading →

Avrebbero potuto tornare, scelsero di non farlo

Ammetto che l'uscita di Be Here Now nel 1997 mi lasciò un po' sbigottito. Perché? Perché era un album che suonava diverso dai precedenti due, cioè quelli che mi avevano fatto innamorare della musica dei Gallaghers e, forse, del britpop. Tuttavia, sebbene sia stato - anche da me - un album criticato, quello era il... Continue Reading →

Dieci cose da sapere su (What’s The Story) Morning Glory?

Come ormai sappiamo, nel 1995, gli Oasis erano già all'apice del successo grazie al grande impatto che ebbe Definitely Maybe sul pubblico britannico e non solo. Tuttavia molte persone si aspettavano l'arrivo di un disco che avrebbe potuto legittimare questo successo e, questo disco, tardava ad arrivare. Poi, quasi all'improvviso, gli Oasis piazzarono i colpi... Continue Reading →

Standing on the Shoulder Of Giants – Oasis

L'anno 2000 ha rappresentato molte cose per quelli della mia generazione. Primo, la consapevolezza di essere testimoni di un cambiamento epocale; secondo, i computer non azzerarono la loro memoria e terzo, la svolta musicale degli Oasis. Sono passati tre anni dall'uscita di Be Here Now (1997), l'album che ha chiuso il trittico d'oro che ha... Continue Reading →

La storia di Whatever

Non c'è dubbio che fu il successo di Definitely Maybe a proiettare gli Oasis nell'Olimpo del BritPop inglese; i cinque singoli estratti da quell'album contribuirono sicuramente a questa improvvisa affermazione della band di Manchester. Tuttavia c'è un singolo, nato in quel periodo, che ha una storia particolare per cui vale la pena di spendere due... Continue Reading →

Oasis – Cigarettes & Alcohol –

Dai su, non prendiamoci in giro. Già, non cerchiamo di ingannare nessuno che tanto nessuno ci crede! In questa piatta terra chiamata Lomellina a metà anni '90 - oggi un po' meno - la nebbia scendeva come un velo il primo ottobre e l'atmosfera diventava così lugubre da fare un baffo ai racconti Edgar Allan Poe.... Continue Reading →

Definitely Maybe – Oasis

Siamo giunti al rush finale e dopo aver parlato di The Queen Is Dead (in posizione numero 2) scendiamo di un gradino per incontrare l'album d'esordio della band dei fratelli Gallagher: Definitely Maybe. "Because the way I feel is oh so new to me I can't sell you the way I feel" Possiamo affermare che... Continue Reading →

Blast from the Past: Il concerto che definì un’era.

In questi giorni è rimbalzata via Twitter la dichiarazione fatta da Liam Gallagher al fratello Noel di riunire the Big O e dare seguito alle ormai incessanti voci di una reunion degli Oasis. Nell'attesa degli sviluppi andiamo indietro nella storia con questo post. (Pinball Wizard) Il 20 luglio 1974, al Knebworth Park di Knebworth, una... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: