Dirty Words by The Departure

Correva l'anno 2003 quando David Jones decise di "mettere su" una band con l'amico Sam Harvey. Il primo abbozzo di quello che poi diventeranno i The Departure vide la luce in quel di Northampton, città del Northamptonshire, quando i due amici reclutarono Ben Winton (basso), Lee Irons (chitarra) e Andy Hobson (batteria). Affascinati dal post-punk,... Continue Reading →

23 by Blonde Redhead

Le linee oscure stanno salendo e sono in procinto di far crollare anche l’ultima linea forte e chiara, corrodendola con la loro azione. L ‘ignobile, oscuro, combatte il nobile, forte, non direttamente, bensì vuotandolo internamente con la sua impercettibile azione, così che infine crolla. Il segno rappresenta l’immagine di una casa. La linea superiore è... Continue Reading →

At George’s Zoo by Cool Ghouls

Il grande ritorno della band di San Francisco si materializza in questo album composto da 15 tracce dal sapore retrò ma dal sound moderno. No, niente garage rock midollare, questa volta i Cool Ghouls danno spazio alla sperimentazione su più livelli. L'album si apre con "It's Over", singolo che riporta alla mente l'armonia dei The... Continue Reading →

#OnceUponATime: Nowhere by Ride

E' strano come a distanza di trent'anni, l'album uscì il 15 ottobre 1990, sia ancora così impressionante. Agli inizi di quel decennio era decisamente qualcosa fuori dagli schemi trovare una band in grado di produrre un suono così assoggettante e stringente. Un vero e proprio muro del suono capace di inglobare ogni cosa lo colpisse.... Continue Reading →

#OnceUponATime: The Killing Joke by Killing Joke

Nell'immenso mondo del post-punk, sottogenere nato dopo la fine del punk della prima ondata, possiamo trovare un’infinità di band “strane” ma nessuna è più strana dei Killing Joke. Innanzi tutto perché Jaz Coleman, il frontman della band, era un musicista di formazione classica dato che cantava nel coro della chiesa e suonava il violino. Questo... Continue Reading →

#OnceUponATime: Jeopardy by The Sound

L’enorme contenitore post-punk non era assolutamente garanzia di successo, a volte le troppe sperimentazioni, le infine sfaccettature del sound e i troppi ascoltatori distratti attirati più dalle copertine che dalla musica potevano sancire il fallimento di un album. Ne sanno qualcosa i The Sound che nel 1980 pubblicarono questo immenso disco intitolato “Jeopardy”. Mai troppo... Continue Reading →

#ThemeOfTheDay: Berlin by Lou Reed

🇺🇸 #UnAlbumAlGiorno è #Berlin di #LouReed Segue ora gioiosa #recensione: avete presente la frase: “ Oh, finalmente sono adulto e mi lascio indietro tutte le seghe mentali adolescenziali”. Tutte palle! - Fine Recensione - 👍

#ThemeOfTheDay: The Universal Want by Doves

🇬🇧 #UnAlbumAlGiorno è #TheUniversalWant dei Doves Segue ora profonda #recensione: quaranta minuti di pura goduria. - Fine Recensione - 👍👍

#ThemeOfTheDay: Velociraptor! by Kasabian

🇬🇧 #UnAlbumAlGiorno è #Velociraptor dei #Kasabian Segue brillante #recensione : "Apri gli occhi e cosa vedi? L’ultima fermata, la mia mano che lascia”. Vi basta? - Fine Recensione - 👍

#ThemeOfTheDay: Dummy by Portishead

🇬🇧 #UnAlbumAlGiorno è #Dummy dei #Portishead Segue ora autorevole #recensione : siamo destinati ad essere soli. Punto! - Fine Recensione 👍

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: